EDIFICI STORICI ITINERARI

Alla scoperta del Convitto nazionale “Mario Pagano”

Veduta Del Centro Murattiano Di Campobasso

In rassegna 200 anni di storia, cultura e architettuta. Al Convitto nazionale “Mario Pagano” prendono il via i percorsi museali, visite guidate per conoscere lo storico edificio di via Mazzini. Il Rettore Gianfagna:”Restituiamo un immenso patrimonio culturale alla città di Campobasso”.

Il Convitto nazionale “Mario Pagano” apre le sue porte

“Sarà consentito alla cittadinanza di approfondire la conoscenza di una istituzione educativa storica. Visite guidate per conoscere il Convitto, la sua storia architettonica, istituzionale e sapere chi lo ha vissuto. Ma anche un calendario di incontri dedicati a famiglie e scolaresche che vedrà la realizzazione di attività didattiche a tema, letture, piccoli spettacoli dal vivo. Un modo per far si che l’aspetto didattico possa venire a supporto di una sempre più attenta lettura del territorio, capace di farci vedere con occhi nuovi quello che magari si può sapere solo per sentito dire. Ma i nuovi percorsi museali saranno soprattutto un modo per restituire un immenso patrimonio culturale alla città di Campobasso – ha spiegato il Rettore Rossella Gianfagna –“.

Convitto - Incontro A Buenos Aires
relazione della Gianfagna

Convitto nazionale “Mario Pagano” i percorsi museali

Nello storico edificio sarà possibile compiere un percorso museale che si snoderà tra i corridoi, le sale, le aule dell’edificio di via Mazzini. Dal nuovo anno, ogni prima domenica del mese, dalle ore 10 alle ore 13, questo luogo della cultura si aprirà al territorio circostante per raccontare le sue storie, mostrare i suoi tesori, offrire spazi, nuovi e antichi insieme, nei quali creare e produrre sentieri culturali innovativi per il futuro. Un percorso promosso dal Convitto, in collaborazione con  la Banca delle Province Molisane e realizzato dall’Associazione culturale MuSe che è stato fortemente voluto dal Rettore Rossella Gianfagna

Convitto- Aula Scolastica
una foto di un’aula scolastica

Alcuni cenni storici

A duecento anni dalla sua fondazione, pertanto, l’istituzione scolastica più prestigiosa e antica della città di Campobasso apre le sue porte alla comunità per mostrarsi e raccontarsi attraverso le storie di coloro che lo hanno progettato, diretto, percorso e vissuto. Complesso monumentale e istituzionale con una storia architettonica di grande qualità e un patrimonio storico artistico fortemente rappresentativo della cultura della regione. Nelle aule del Convitto hanno studiato e insegnato, infatti, figure di rilievo della storia politica e culturale non solo della ventesima regione, ma di tutto il Meridione d’Italia

Convitto - immagine di Gino Calabrese (1)
immagine del centro di Campobasso
Stefano Venditti

Autore: Stefano Venditti

Stefano Venditti nasce a Campobasso il 01/11/1973. La passione per la scrittura e per il giornalismo matura già in tenera età quando alle scuole medie, al Convitto Nazionale “Mario Pagano”, diventa direttore del giornalino scolastico “Mare Nostrum”. Crescendo il suo desiderio di scrivere e di raccontare storie inedite aumenta e decide di improntare il suo percorso professionale proprio al mondo del giornalismo e della comunicazione frequentando anche corsi e master specialistici a Roma e Milano sia nel campo dell’informazione religiosa, sia sportiva, anche televisiva, sia di web journalism. Dal 1997 svolge la professione di giornalista e di addetto stampa e nel 2000 si iscrive all’Ordine dei Giornalisti del Molise nella sezione pubblicisti. Proprio per aumentare il proprio bagaglio culturale compie esperienza in tutti i campi della comunicazione e del giornalismo: quotidiani, settimanali, mensili, radio, tv, internet, web tv e dirige varie testate ed uffici stampa. Il periodo più formante a livello professionale lo svolge all’interno della redazione del quotidiano “Il Tempo” di Campobasso e nell’ufficio stampa del Cip Molise. Ma la sua vera passione è lo scrivere soprattutto di notizie che spesso non trovano il meritato risalto sugli organi di stampa. La sua aspirazione lo porta anche a tenere lezioni di giornalismo nelle scuole di ogni ordine e grado della provincia di Campobasso e alla creazione di diversi giornali scolastici con il progetto “Newsparer game”, ma anche all’interno di programmi formativi di alcune associazioni di volontariato campobassane. E’ stato anche relatore di alcuni seminari sullo sport paralimpico della formazione continua promossi ed organizzati dall’ODG del Molise. Dal mese di giugno del 2018, con la moglie Maria e il figlio Marco, si è trasferito in Emilia Romagna per trovare nuovi stimoli e per allargare il proprio orizzonte professionale
Alla scoperta del Convitto nazionale “Mario Pagano” ultima modifica: 2019-12-02T09:55:16+01:00 da Stefano Venditti

Commenti

To Top