EVENTI MITI E LEGGENDE

Campobasso/Verona, gemellaggio dell’amore tragico

amore eterno

Cosa hanno in comune il capoluogo molisano e il capoluogo veneto? Ambedue le città, nel 1500, sono state teatro di una tragica storia d’amore. A Campobasso, Delicata e Fonzo. A Verona, Giulietta e Romeo. Questa doppia storia d’amore tragico lega con un filo sottile le due popolazioni in un fraterno abbraccio. Abbraccio ufficializzato da un gemellaggio che avrà come scopo primario la promozione turistica dei due capoluoghi.

L’amore tragico e il gemellaggio

Oltre ad essere state teatro comune per le due storie di amore tragico, a Campobasso e Verona, quasi in maniera speculare, si organizzano anche due manifestazioni molto simili. “Campobasso in Love” e Verona in Love”. Ambedue incentrate sule rispettive storie d’amore nate tra due giovani apparteneti a due confraternite opposte e rivali. Entrambe vogliono mettere in risalto, anche in tempi moderni, il valore assoluto dell’amore. Tutte e due vogliono ricordare alle giovani generazioni l’amore tragico di Delicata e Fonzo e di Giulietta e Romeo. Il primo passo del gemellaggio tra le due città, infatti, è stato compiuto con una visita di una delegazione campobassana a Verona. In vista della nuova edizione di “Verona in love”. In quella occasione si sono poste le basi per una definizione organica del progetto di gemellaggio tra la città scaligera e quella di Campobasso.

Amore tragico - Verona

L’amore tragico e la promozione turistica

Il gemellaggio tra Campobasso e Verona rientra in un progetto di promozione turistica più ampio. Siglato, infatti, tra il presidente di Confcommercio Molise e il Presidente dell’Associazione Pro Crociati e Trinitari il protocollo d’intesa. Per un lavoro comune sullo sviluppo turistico e culturale di Campobasso. L’obiettivo è duplice. Valorizzare Campobasso dentro e fuori i suoi confini, anche mediante  progetti di valorizzazione territoriale, turistica e culturale. Con iniziative di rete su scala nazionale ed internazionale che coinvolgono partner pubblici o privati. Sulle quali Confcommercio Molise può dire la sua attraverso una fitta organizzazione e comprovate competenze su tutto il territorio italiano.  

Amore tragico - Veduta Del Centro Murattiano Di Campobasso

Le dichiarazioni dei due presidenti

“Quella tessuta dalla nostra organizzazione – dichiara in proposito il presidente Paolo Spina – è una rete che si consolida giorno dopo giorno, attraverso proficue collaborazioni con diverse realtà associative molisane su temi etici ed economici. Oggi condividiamo con i pro Crociati e Trinitari, associazione autorevole sui temi dello sviluppo e la conoscenza delle tradizioni del Molise e del suo capoluogo, un patto che ci vedrà insieme protagonisti su temi e obiettivi condivisi e che sono collocati strategicamente nella nostra agenda da tempo”. Soddisfazione da parte di tutto il direttivo dell’associazione pro Crociati e Trinitari per la firma del documento. “In questo percorso durato qualche mese – ha affermato il residente Giuseppe Santoro – ho conosciuto una struttura che non conoscevo appieno ma che vede al vertice una persona di ampie visioni come il presidente Spina e la pragmaticità del direttore Irene Tartaglia.”

Amore tragico - Firma Protocollo Turismo
Stefano Venditti

Autore: Stefano Venditti

Stefano Venditti nasce a Campobasso il 01/11/1973. La passione per la scrittura e per il giornalismo matura già in tenera età quando alle scuole medie, al Convitto Nazionale “Mario Pagano”, diventa direttore del giornalino scolastico “Mare Nostrum”. Crescendo il suo desiderio di scrivere e di raccontare storie inedite aumenta e decide di improntare il suo percorso professionale proprio al mondo del giornalismo e della comunicazione frequentando anche corsi e master specialistici a Roma e Milano sia nel campo dell’informazione religiosa, sia sportiva, anche televisiva, sia di web journalism. Dal 1997 svolge la professione di giornalista e di addetto stampa e nel 2000 si iscrive all’Ordine dei Giornalisti del Molise nella sezione pubblicisti. Proprio per aumentare il proprio bagaglio culturale compie esperienza in tutti i campi della comunicazione e del giornalismo: quotidiani, settimanali, mensili, radio, tv, internet, web tv e dirige varie testate ed uffici stampa. Il periodo più formante a livello professionale lo svolge all’interno della redazione del quotidiano “Il Tempo” di Campobasso e nell’ufficio stampa del Cip Molise. Ma la sua vera passione è lo scrivere soprattutto di notizie che spesso non trovano il meritato risalto sugli organi di stampa. La sua aspirazione lo porta anche a tenere lezioni di giornalismo nelle scuole di ogni ordine e grado della provincia di Campobasso e alla creazione di diversi giornali scolastici con il progetto “Newsparer game”, ma anche all’interno di programmi formativi di alcune associazioni di volontariato campobassane. E’ stato anche relatore di alcuni seminari sullo sport paralimpico della formazione continua promossi ed organizzati dall’ODG del Molise. Dal mese di giugno del 2018, con la moglie Maria e il figlio Marco, si è trasferito in Emilia Romagna per trovare nuovi stimoli e per allargare il proprio orizzonte professionale
Campobasso/Verona, gemellaggio dell’amore tragico ultima modifica: 2019-11-11T07:02:14+01:00 da Stefano Venditti

Commenti

To Top