EVENTI FESTE E SAGRE

I “Misteri”, la sfilata del Corpus Domini

I Misteri - la processione Dei Misteri
18021

Vuoi aggiungere delle "Foto" a questa sezione? Aggiungi

Il giorno del Corpus Domini per i campobassani è il giorno della sfilata dei Misteri del Di Zinno. E’ pertanto un giorno atteso tutto l’anno che accoglie attorno a se l’intera popolazione della città e migliaia e migliaia di turisti. Un momento di aggregazione e di sentimento puro popolare che unisce la memoria del passato alla tradizione, alla fede e al folklore.

I Misteri

Frutto dell’ingegno di Paolo Saverio Di Zinno, i Misteri racchiudono in se la storia, la tradizione, la fede, del popolo campobassano. Ogni anno, infatti, centinai e centinai di persone fanno la fila per presentarsi alle selezioni per entrare a far parte della ristretta cerchia di personaggi che andranno a rendere vivi le macchine del Di Zinno. I Misteri sono soprattutto delle sacre rappresentazioni che si stagliano nel cielo grazie ad una sapiente unione tra raffigurazione e rappresentazione teatrale.

Sflata Dei Misteri 5
foto archivio Gino Calabrese

Si tratta di una rappresentazione allegorica-religiosa costituita da una imponente organizzazione scenica e scenografica che vede protagonisti diversi figuranti. I figuranti animano ogni singolo Misteri con canti, pezzi recitati o improvvisazioni. Il tutto accompagnato dalla muscia di numerose bande che fungono da cornice alla sfilata lungo le vie cittadine.

I riti preparatori

Le attività di preparazione della processione dei Misteri iniziano quindi la mattina di buon ora. Dopo le 6:00, infatti, i volontari dell’Associazione Misteri e Tradizioni si danno appuntamento presso il Museo dei Misteri e si occupano di trasferire i primi cinque Misteri in ordine di sfilata nel cortile e sistemare in maniera più appropriata i rimanenti otto all’interno della Sala degli Ingegni. Seguono poi le operazioni di rifinitura e abbellimento delle macchine processionali che di norma terminano intorno alle 8:00, poco prima dell’inizio della Santa Messa.

Sflata Dei Misteri 1
foto archivio Gino Calabrese

La celebrazione eucaristica che si tiene nel cortile del Museo viene presieduta dall’Arcivescovo di Campobasso-Bojano e vede la nutrita partecipazione dei membri dell’Associazione, dei figuranti, delle autorità civili e di tanti devoti. A partire dalle 9:00 hanno inizio le operazioni di vestizione dei Misteri ad opera di specifici addetti per ciascun mistero che hanno il compito di alloggiare i figuranti nelle imbracature e provvedere a far indossare loro i costumi relativi al personaggio che devono interpretare.

La sfilata

Alle 10:00 in punto si aprono i cancelli del Museo dei Misteri e ha inizio la processione. La partenza di ciascun Mistero viene preceduta dal caratteristico gesto del caposquadra che colpendo con un bastone la base del Mistero dà il segnale ai portatori di alzare l’Ingegno e farlo muovere tra due ali di folla festante.

Sflata Dei Misteri 6
foto archivio Gino Calabrese

La processione si snoda lungo un percorso di circa tre chilometri e mezzo. Attraversa la città per fare ritorno al Museo dei Misteri dopo la benedizione impartita dall’Arcivescovo di Campobasso-Bojano intorno alle 13:00 dal balcone principale del Municipio. Particolarmente caratteristico è il tratto di percorso che interessa il centro storico. Nel borgo le strade strette sembrano abbracciare i Misteri e gli edifici fanno da suggestiva cornice al loro passaggio.

Stefano Venditti

Autore: Stefano Venditti

Stefano Venditti nasce a Campobasso il 01/11/1973. La passione per la scrittura e per il giornalismo matura già in tenera età quando alle scuole medie, al Convitto Nazionale “Mario Pagano”, diventa direttore del giornalino scolastico “Mare Nostrum”. Crescendo il suo desiderio di scrivere e di raccontare storie inedite aumenta e decide di improntare il suo percorso professionale proprio al mondo del giornalismo e della comunicazione frequentando anche corsi e master specialistici a Roma e Milano sia nel campo dell’informazione religiosa, sia sportiva, anche televisiva, sia di web journalism. Dal 1997 svolge la professione di giornalista e di addetto stampa e nel 2000 si iscrive all’Ordine dei Giornalisti del Molise nella sezione pubblicisti. Proprio per aumentare il proprio bagaglio culturale compie esperienza in tutti i campi della comunicazione e del giornalismo: quotidiani, settimanali, mensili, radio, tv, internet, web tv e dirige varie testate ed uffici stampa. Il periodo più formante a livello professionale lo svolge all’interno della redazione del quotidiano “Il Tempo” di Campobasso e nell’ufficio stampa del Cip Molise. Ma la sua vera passione è lo scrivere soprattutto di notizie che spesso non trovano il meritato risalto sugli organi di stampa. La sua aspirazione lo porta anche a tenere lezioni di giornalismo nelle scuole di ogni ordine e grado della provincia di Campobasso e alla creazione di diversi giornali scolastici con il progetto “Newsparer game”, ma anche all’interno di programmi formativi di alcune associazioni di volontariato campobassane. E’ stato anche relatore di alcuni seminari sullo sport paralimpico della formazione continua promossi ed organizzati dall’ODG del Molise. Dal mese di giugno del 2018, con la moglie Maria e il figlio Marco, si è trasferito in Emilia Romagna per trovare nuovi stimoli e per allargare il proprio orizzonte professionale
I “Misteri”, la sfilata del Corpus Domini ultima modifica: 2019-06-17T10:20:15+02:00 da Stefano Venditti

Commenti

To Top