COSA FACCIAMO LUOGHI DI RITROVO

Il museo dei Misteri di Paolo Saverio Di Zinno

Scatto del Museo Dei Misteri

Inaugurato il 07 ottobre 2006 il Museo dei Misteri rende merito a Paolo Saverio di Zinno e agli “Ingegni” da lui ideati e realizzati a metà del ‘700. Dalla sua apertura i risultati sono più che soddisfacenti. Risulta, infatti, il Museo più visitato della regione Molise. I numeri parlano di oltre 220 mila visitatori, 200 eventi, 90 mila fotografie catalogate, 300 documenti datati e 500 video. Il Museo è stato allestito nella struttura di via Trento

Il Museo dei Misteri

Pertanto il Museo dei Misteri è costituito da una sala d’ingresso dove sono esposti gli originali costumi d’epoca insieme a fotografie che ritraggono alcuni momenti salienti delle passate manifestazioni. Inoltre cataloghi con tutti i nomi dei personaggi degli ultimi 40 anni. Un’area proiezioni  “Gino Aurisano” con 40 posti a sedere, consente di visionare riprese della “Processione dei Misteri”  girate nel 1929,  1948,  1952, 1958.  Roma 1999 e 2006,  inerenti la preparazione e lo svolgimento della manifestazione, che in parte ricreano l’atmosfera che si vive tutt’ora a Campobasso nel giorno di Corpus Domini. La  zona degli Ingegni “Cosmo Teberino” dove è possibile visionare le tredici macchine, scoprendo le peculiarità strutturali ed artistiche che le rendono uniche al mondo. Il Museo è visitabile tutti i giorni feriali dalle 16.00 alle 18.00. In altri orari e festivi è gradita la prenotazione. L’ingresso prevede un’offerta libera.

Museo dei Misteri - Museo Dei Misteri 2
foto archivio Gino Calabrese

L’Associazione Misteri e Tradizioni

Nel 1997 nasce l’Associazione Misteri e Tradizioni sapientemente guidata dal Presidente Liberato Teberino. L’Associazione si è impegnata a valorizzare la processione dei Misteri nel giorno di Corpus Domini migliorandone gli aspetti organizzativi. Allo stesso tempo l’Associazione ha lavorato per far conoscere ad un pubblico sempre maggiore la principale e più sentita tradizione campobassana. Tramite la realizzazione di prodotti editoriali come l’opuscolo informativo, uno speciale periodico, che si pubblica dal 2008 in occasione della festa del Corpus Domini, ricco di articoli dedicati al mondo dei Misteri e il “Calendario dei Misteri”.

Museo dei Misteri - Associazione Misteri E Tradizioni
foto archivio Associazione Misteri e Tradizioni

Uno sforzo importante nell’ambito delle attività di divulgazione è consistito nel cercare di far giungere i Misteri al di fuori dei confini regionali. Sia portando materialmente alcuni o tutti gli Ingegni in trasferta, come è accaduto a Roma nel 1999 e ad Assisi nel 2011, sia partecipando ad iniziative di carattere nazionale. Iniziative che sono valse ai Misteri il riconoscimento di “Meraviglia Italiana” e il conferimento di una medaglia da parte del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

La famiglia Teberino

Sono 50 anni che la famiglia Teberino garantisce l’uscita dei Misteri nel giorno del Corpus Domini a Campobasso. Lo si deve al capostipite, Cosmo Teberino, che con amore filiale ha accudito gli Ingegni, rinnovate le vesti, salvaguardata una tradizione mentre c’era chi la guardava con un ghigno. A Cosmo, poi, si sono affiancati e avvicendati i figli: Antonietta, Liberato e Giovanni, che hanno sfidato il passare degli anni. Il Corpus Domini a Campobasso è il giorno dei Misteri.  La famiglia Teberino che con dedizione assoluta mantiene viva i riti, i gesti, le procedure, il Museo. I tanti dell’Associazione Misteri e Tradizioni che lavorano nell’organizzazione.

 Famiglia Teberino
foto archivio Associazione Misteri e Tradizioni

I portatori, i figuranti. Tutti, all’unisono, per rendere ogni anno la festa sempre più viva e per non farla restare sullo sfondo. La sfilata dei Misteri ha lo scopo di ritessere i legami comunitari come di far sentire ognuno partecipe di una celebrazione che riguarda il nostro territorio e la sua identità. E allora buon anniversario alla famiglia Teberino e alla famiglia dei Misteri per altre innumerevoli sfilate.

Stefano Venditti

Autore: Stefano Venditti

Stefano Venditti nasce a Campobasso il 01/11/1973. La passione per la scrittura e per il giornalismo matura già in tenera età quando alle scuole medie, al Convitto Nazionale “Mario Pagano”, diventa direttore del giornalino scolastico “Mare Nostrum”. Crescendo il suo desiderio di scrivere e di raccontare storie inedite aumenta e decide di improntare il suo percorso professionale proprio al mondo del giornalismo e della comunicazione frequentando anche corsi e master specialistici a Roma e Milano sia nel campo dell’informazione religiosa, sia sportiva, anche televisiva, sia di web journalism. Dal 1997 svolge la professione di giornalista e di addetto stampa e nel 2000 si iscrive all’Ordine dei Giornalisti del Molise nella sezione pubblicisti. Proprio per aumentare il proprio bagaglio culturale compie esperienza in tutti i campi della comunicazione e del giornalismo: quotidiani, settimanali, mensili, radio, tv, internet, web tv e dirige varie testate ed uffici stampa. Il periodo più formante a livello professionale lo svolge all’interno della redazione del quotidiano “Il Tempo” di Campobasso e nell’ufficio stampa del Cip Molise. Ma la sua vera passione è lo scrivere soprattutto di notizie che spesso non trovano il meritato risalto sugli organi di stampa. La sua aspirazione lo porta anche a tenere lezioni di giornalismo nelle scuole di ogni ordine e grado della provincia di Campobasso e alla creazione di diversi giornali scolastici con il progetto “Newsparer game”, ma anche all’interno di programmi formativi di alcune associazioni di volontariato campobassane. E’ stato anche relatore di alcuni seminari sullo sport paralimpico della formazione continua promossi ed organizzati dall’ODG del Molise. Dal mese di giugno del 2018, con la moglie Maria e il figlio Marco, si è trasferito in Emilia Romagna per trovare nuovi stimoli e per allargare il proprio orizzonte professionale
Il museo dei Misteri di Paolo Saverio Di Zinno ultima modifica: 2019-06-19T09:00:58+02:00 da Stefano Venditti

Commenti

To Top