Il Ponte Tibetano; sospesi in Molise - itCampobasso

itCampobasso

ITINERARI NATURA PAESAGGI

Il Ponte Tibetano; sospesi in Molise

Dsc 0510

Un lungo Ponte Tibetano a pochi chilometri da Campobasso

Il Ponte Tibetano di questo paese del Molise ha attirato in questi anni molti turisti; Roccamandolfi, un piccolo borgo tra le montagne del Matese, ai piedi delle rovine di un castello di origine longobarda. Realizzato sul canyon scavato dalle acque del torrente Callora, non essendo particolarmente alto è adatto a tutti. La passerella di Roccamandolfi è in rete metallica, regala una sensazione di vuoto appena accennata. La caratteristica di questi ponti è che non essendo ancorati, se non alle estremità, la camminata risulta “oscillante”. Nonostante questo particolare ponte risulta come uno dei meno adrenalinici in base alle recensioni dei turisti, vale la pena provare, sopratutto per chi vuole iniziare con emozioni contenute. Si dice che il migliore in italia sia quello della Basilicata, un percorso lungo 300 metri e sospeso tra due versanti di una valle a 120 metri d’altezza. Mentre il piu’ lungo si trova in Tirolo, si trova sospeso completamente nel vuoto ad un’altezza di 112 metri per ben 406 metri di lunghezza, ed è stato chiamato Highline 179. Ce ne sono molti in Italia che rivendicano il titolo.

il ponte tibetano di Roccamandolfi
il ponte tibetano di Roccamandolfi

L’origine storica

Il ponte tibetano è una struttura solitamente costituita da tre corde intrecciate: due parallele, da afferrare nelle mani, e una più bassa, per i piedi. Le tre funi, poste a triangolo, sono stabilizzate da stralli laterali distanziati l’uno dall’altro da 50 a 100 cm. Diversamente da come potrebbe apparire, la struttura è molto solida con una oscillazione inversamente proporzionale al carico di tensione. Il ponte tibetano ha origini antichissime. I popoli primitivi si servivano spesso di ponti elementari di funi o di legno, in forma di semplici travi o di strutture sospese. La necessità di costruire simili strutture nacque dalla natura stessa dei luoghi, nelle zone di montagna dove erano presenti fiumi e fossati. Le prime realizzazioni di ponti sospesi sono a catenaria, primitivi, realizzati con corde o con catene di ferro, presenti in Cina, in Tibet e nella zona himalayana.

una ragazza sul ponte tibetano di Roccamandolfi
il ponte tibetano di Roccamandolfi

Il Ponte Tibetano; sospesi in Molise ultima modifica: 2020-12-28T09:37:24+01:00 da Alessandra Carafa

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x