La Faglia di Oratino - itCampobasso

itCampobasso

CULTURA EVENTI FESTE E SAGRE TRADIZIONI

La Faglia di Oratino

Faglia di Oratino

Ogni anno per la Vigilia di Natale a Oratino, paesino della provincia di Campobasso e uno dei borghi più belli d’Italia, si celebra una delle tradizioni più antiche e conosciute del Molise: la cosiddetta Faglia, ossia l’accensione di una grande torcia lunga 13 metri che ha lo scopo di indicare il cammino spirituale (ed in passato anche reale) all’intera popolazione.

La preparazione

I giovani del paese durante l’anno costruiscono la torcia con delle canne. La grande costruzione brucia dando vita ad uno spettacolo che attrae centinaia di turisti nel cuore del centro storico di questo piccolo paese. In passato i giovani del posto rubavano le canne dai vigneti locali come prova di coraggio o di iniziazione. La Faglia arriva a raggiungere un peso che varia tra i 25 e 30 quintali. Questo necessita la presenza di una cinquantina di volontari per trasportarla.

Faglia di Oratino
Foto di Lucia Grandillo

Il percorso

Il tragitto inizia all’entrata del paese e termina alla chiesa di Santa Maria Assunta in Cielo. Il percorso non non è facile. L’abilità dei portatori è messa a dura prova dalle numerose salite e curve: tutto questo suscita meraviglia adrenalitica tra gli spettatori. Durante la camminata il capo-faglia ha il compito di scandire la marcia di tutti coloro che lo aiutano a portarla, per regolare il tempo del passo. Giunti a destinazione la Faglia viene innalzata davanti alla chiesa madre del paese.

Faglia di Oratino
Foto di Lucia Grandillo

Con la Faglia di Oratino si fa riferimento al culto del fuoco europeo e, soprattutto, ai fuochi del solstizio d’inverno, che, come quelli del solstizio d’estate, sono collegati alla fecondità ed al matrimonio, nonché alla morte. Il significato dell’accensione del fuoco era duplice: da un lato si cercava di riprodurre la potenza del sole, dall’altro era presente una valenza di purificazione. Il fuoco, testimone di immortalità, avrebbe così allontanato dall’animo umano tutti i peccati commessi. Dopo la benedizione del parroco la Faglia viene incendiata con un panno imbevuto di liquido infiammabile. Da quel momento in poi si ammira lo scintillante spettacolo, lo schiocco delle canne che bruciano e la magia del momento che dura tutta la notte. Quest anno purtroppo a causa della pandemia la manifestazione non verrà svolta per rispetto delle regole emanate dal governo italiano. Tristezza e delusione susciteranno negli animi del popolo Oratinese.

La Faglia di Oratino ultima modifica: 2020-12-24T14:29:00+01:00 da Luigi Petti

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x