COSA FACCIAMO CULTURA

Trinitari e Crociati: le radici medievali di Campobasso

Trinitari e Crociati - La Pace tra le due confraternite

La Pace fra Crociati e Trinitari ben si inserisce nel “Festival dei Misteri”poiché strettamente collegata storicamente alla Processione del Corpus Domini. Infatti le sanguinose vicende del XVI secolo, che videro impegnate le due maggiori Confraternite cittadine, nacquero da dissidi maturati durante le Processioni locali. Si doveva decidere chi dovesse portare il Santo ovvero quale delle due Congreghe doveva uscire per prima durante la manifestazione religiosa.

Brevi cenni storici

Due erano le maggiori Confraternite che ben presto presero ad amministrare anche la cosa pubblica a Campobasso. La Confraternita dei Crociati, che aveva avuto il predominio indiscusso sulla città, e la Confraternita dei Trinitari, che nasce dai “Terrazzani” coloro che abitavano fuori dalle mura della città. Fra le due Congreghe ben presto vennero a crearsi dissidi tali da degenerare in odio e, dunque, spargimento di sangue. La lotta per avere la precedenza nelle due solenni Processioni, quella del Corpus Domini e quella del Venerdì Santo, si trasformò in tristi avvenimenti luttuosi.

Trinitari e Crociati - Pace Tra Trinitari E Crociati
foto archivio Associazione Centro Storico Campobasso

I matrimoni tra le diverse fazioni erano proibiti ed in questo contesto si inserisce la tragica storia d’amore di Delicata Civerra e Fonzo Mastrangelo. Nel 1587, in occasione della Quaresima, Padre Girolamo da Sorbo su espressa richiesta dei nobili campobassani portò la pace tra le due Confraternite. La Pace venne sancita con apposito atto notarile. Tanto i Crociati quanto i Trinitari rinunciarono a tutti i privilegi che per oltre cento anni li avevano tenuti divisi. In questa occasione vennero celebrati matrimoni tra i giovani appartenenti alle due Confraternite. 

Trinitari e Crociati - rievocazione in piazza prefettura
foto archivio Associazione Centro Storico Campobasso

Trinitari e Crociati, le fasi della manifestazione

La mattina dell’evento il corteo storico preceduto da un gruppo di sbandieratori, tamburi e chiarine seguito da un gruppo di palafrenieri e da banditori a cavallo percorrono le strade dei vari quartieri della città. Durante le soste ci sono anche brevi momenti di spettacolo da parte degli sbandieratori. Il luogo storicamente deputato alla rievocazione è piazza Prefettura nei pressi del sagrato della Chiesa della Trinità, l’attuale Cattedrale, dove avvenne la storica cerimonia del 1587.

Trinitari e Crociati - entrata a cavallo in piazza prefettura
foto archivio Associazione Centro Storico Campobasso

Le opposte Confraternite pertanto partono in corteo ed in contemporanea da due punti storici della città. Da via Roma la Confraternita dei Trinitari e da via Sant’Antonio Abate. Da piazza San Leonardo la Confraternita dei Crociati per convergere in piazza Prefettura. Seguendo la traccia dell’importante avvenimento storico, allo scontro iniziale, con suggestivi duelli e combattimenti, seguirà la pace ad opera del frate cappuccino

Stefano Venditti

Autore: Stefano Venditti

Stefano Venditti nasce a Campobasso il 01/11/1973. La passione per la scrittura e per il giornalismo matura già in tenera età quando alle scuole medie, al Convitto Nazionale “Mario Pagano”, diventa direttore del giornalino scolastico “Mare Nostrum”. Crescendo il suo desiderio di scrivere e di raccontare storie inedite aumenta e decide di improntare il suo percorso professionale proprio al mondo del giornalismo e della comunicazione frequentando anche corsi e master specialistici a Roma e Milano sia nel campo dell’informazione religiosa, sia sportiva, anche televisiva, sia di web journalism. Dal 1997 svolge la professione di giornalista e di addetto stampa e nel 2000 si iscrive all’Ordine dei Giornalisti del Molise nella sezione pubblicisti. Proprio per aumentare il proprio bagaglio culturale compie esperienza in tutti i campi della comunicazione e del giornalismo: quotidiani, settimanali, mensili, radio, tv, internet, web tv e dirige varie testate ed uffici stampa. Il periodo più formante a livello professionale lo svolge all’interno della redazione del quotidiano “Il Tempo” di Campobasso e nell’ufficio stampa del Cip Molise. Ma la sua vera passione è lo scrivere soprattutto di notizie che spesso non trovano il meritato risalto sugli organi di stampa. La sua aspirazione lo porta anche a tenere lezioni di giornalismo nelle scuole di ogni ordine e grado della provincia di Campobasso e alla creazione di diversi giornali scolastici con il progetto “Newsparer game”, ma anche all’interno di programmi formativi di alcune associazioni di volontariato campobassane. E’ stato anche relatore di alcuni seminari sullo sport paralimpico della formazione continua promossi ed organizzati dall’ODG del Molise. Dal mese di giugno del 2018, con la moglie Maria e il figlio Marco, si è trasferito in Emilia Romagna per trovare nuovi stimoli e per allargare il proprio orizzonte professionale
Trinitari e Crociati: le radici medievali di Campobasso ultima modifica: 2019-06-21T10:08:41+02:00 da Stefano Venditti

Commenti

To Top