I CAMPOBASSANI RACCONTANO CAMPOBASSO

itCampobasso

COSA FACCIAMO ITINERARI

Via Matris, un percorso tra religiosità e natura

Cropped Madonna Madre Di Gesu.jpg

Il centro storico di Campobasso, o borgo medievale che dir si voglia, racchiude in se tutta una serie di percorsi che possono attrarre il turista. Uno di questi è sicuramente la cosiddetta Via Matris che dalla base della Collina Monforte porta fino al Castello Monforte e al Santuario della Madonna del Monte. Un itinerario, dunque, che si snoda lungo un tragitto tortuoso che si snoda lungo tutto il perimetro della Collina Monforte.

Via Matris, un balcone naturale sulla città

Di recente la Via Matris è stata, infatti, interessata da lavori di messa in sicurezza e di ristrutturazione. Lavori che permetteranno, a breve, di riaprire al pubblico uno degli scorci più ricchi di storia dell’intero borgo medievale. Al di la del puro aspetto religioso, le sette stazioni sono state riprodotte su lastre in bronzo quasi a grandezza naturale, c’è da sottolineare che la Via Matris può esser considerata come un affaccio naturale sulla città antica e sulla città moderna. Grazie ad un percorso pedonale che si snoda lungo tutto il perimetro della Collina Monforte il turista potrà soprattutto scattare anche delle foto panoramiche di Campobasso più uniche che rare. Ma non solo! Potrà anche godere di un panorama eccezionale sulla città. Ovviamente il tracciato è immerso in un verde particolare che può contare su alberi di notevoli altezze e scorci di roccia degni delle più famose Dolomiti.

Via Matris - Ingresso Via Matris
ingresso Via Matris – foto archivio Gino Calabrese

Via Matris, un itinerario naturalistico e storico a centro città

La Via Matris è il cammino di prova vissuto da Maria Vergine che percorre i misteri del dolore di Cristo e dell’uomo di ogni tempo. Un percorso spirituale, naturalistico e di meditazione sui sette dolori di Maria, che si snoda lungo le pendici della collina Monforte. Ricca di florida vegetazione e monumentale ricchezza spirituale, è lo storico percorso che conduce al Santuario della Madonna del Monte e al Castello Monforte. Due dei simboli e degli edifici più importanti di Campobasso. Il turista che deciderà di visitare Campobasso, dunque, potrà dedicare una intera mattinata a percorrere la Via Matris e alla visita del Santuario mariano dei Monti e alla visita del Castello Monforte. Il maniero dal quale ammirare Campobasso ad una altezza di mille metri sopra il livello del mare.

Via Matris - primo piano del Castello Monforte
La facciata del Castello Monforte

Le sette stazioni

Sul modello della Via Crucis è sorto il pio esercizio  della Via Matris dolorosae o semplicemente Via Matris. L’intuizione fondamentale è quella di considerare  l’intera vita della Sacra Vergine. Dall’annuncio profetico di  Simeone fino alla morte e sepoltura del Figlio. Come un cammino di fede e di dolore. Cammino articolato appunto in sette “stazioni”, corrispondenti ai “sette dolori” della Madre del Signore. Il pio esercizio della Via Matris si armonizza bene  nel cammino quaresimale. I sette dolori di Maria, corrispondono ad altrettanti episodi narrati nel Vangelo: la rivelazione di Simeone (Lc 2,34-35); la fuga in Egitto (Mt 2,13-14); lo smarrimento di Gesù (Lc 2,43-45); l’incontro di Gesù sulla via del Calvario; la presenza sotto la croce del Figlio (Gv 19,25-27); l’accoglienza di Gesù deposto dalla croce (cf Mt 27, 57-61); la sepoltura di Cristo (cf Gv 19, 40-42).

Via Matris - Chiesa Monti
interno della chiesa dei Monti
Via Matris, un percorso tra religiosità e natura ultima modifica: 2019-09-27T06:38:00+02:00 da Stefano Venditti
To Top