I CAMPOBASSANI RACCONTANO CAMPOBASSO

itCampobasso

STORIA STORIE

D’Acquisto, la scelta di un carabiniere cristiano

D'Acquisto - Copertina Libro Lombardi

Certe volte il destino, il fato, la sorte, il caso, riescono a dar vita a delle situazioni che possono creare una svolta decisamente positiva alla vita di una persona, anche e soprattutto da un punto di vista professionale. Un incontro improvviso, un qualcosa di inaspettato che si frappone sul cammino e che dà l’ispirazione per creare qualcosa di bello, qualcosa di speciale. Salvo D’Acquisto

D’Acquisto e l’incontro fortuito

E’ quello che è capitato alla giornalista Daniela Lombardi. Nel 2012 durante una passeggiata nella sua città natale, in una delle pause tra un viaggio e l’altro, nel pieno centro di Campobasso incrocia per caso Monsignor Teti postulatore della causa di beatificazione del carabinieri D’Acquisto. Tra i due, che si conoscevano già da tempo visto i trascorsi molisani proprio di Monsignor Teti, si instaura subito un cordiale dialogo. Mentre il prelato stringe tra le sue mani un grande faldone con diversi ed inediti documenti sulla vita di D’Acquisto. Nella mente di Monsignor Teti c’era già l’idea di far pubblicare un libro su D’Acquisto che si differenziasse decisamente dalle versioni più “romanzate” fino ad oggi pubblicate. Per dare alla luce un testo più scientifico e storico che mettesse in risalto meglio le varie fasi della vita del noto carabiniere e le motivazioni alla base del suo sacrificio.

D'Acquisto - immagine di Gino Calabrese
immagine del centro di Campobasso

D’Acquisto e l’inizio della ricerca

Tra una parola e un’altra Daniela Lombardi si è proposta di scriverlo e Monsignor Teti ha accettato di buon grado. Da quel giorno, tra un viaggio, una missione e l’altra, Daniela Lombardi ha studiato tutto il materiale messo a disposizione da Monsignor Teti e poi ha “dato alla luce”  “Il mio dovere l’ho fatto” con sottotitolo “La scelta di un carabiniere, il dono responsabile di un cristiano” edito dalle Edizioni Vaticane. “Il libro non poteva uscire in un periodo migliore – ha dichiarato Lombardi –. Ho iniziato a scrivere il libro partendo dalla lettera del padre di D’Acquisto che spedì al comando dei Carabinieri nella quale chiedeva informazioni sul figlio. Visto che solo dopo circa un anno seppe la verità della sua tragica ma eroica fine. L’anteprima del libro, ovviamente, a Fiumicino dove D’Acquisto ha prestato servizio, nella caserma di Torrimpietra, e dove è stato fucilato, a Palidoro.

D'Acquisto - Libro
foto kibro e occhiali

Verso la beatificazione

Sono contenta del mio lavoro e di come è stato accolto e dei riscontri positivi giunti anche al di fuori dei confini nazionali. Diverse, infatti, sono state le richieste di acquisto provenienti dall’America Latina dove ci sono numerose comunità italiane e molisane. Sono oltremodo contenta che anche Papa Francesco abbia dato nuovo impulso alla positio per Salvo D’Acquisto. Mi auguro che il mio lavoro, che è a tutti gli effetti una ricerca storica con taglio giornalistico, possa dare quello slancio definitivo alla beatificazione di D’Acquisto. Allo stato attuale, grazie al supporto e al contributo dell’arma dei Carabinieri, sto promuovendo il libro in diverse location – ha concluso Daniela Lombardi –“.   

D'Acquisto - Campobasso
D’Acquisto, la scelta di un carabiniere cristiano ultima modifica: 2020-02-15T12:19:37+01:00 da Stefano Venditti

Commenti

To Top